Teatro dell'Oppresso

Interventi di promozione sociale per una cittadinanza attiva e responsabile

Il Teatro dell’Oppresso (TdO) è un metodo teatrale che comprende differenti tecniche che hanno l’obiettivo di fornire strumenti di cambiamento personale, sociale e politico a tutti coloro che si trovino in situazioni di oppressione.

Il TdO invita al pensiero critico e al dialogo. Le tecniche teatrali sono usate per incoraggiare le persone alla cittadinanza attiva e per partecipare alla vita politica e sociale. In questo senso il teatro intende rappresentare le oppressioni quotidiane, affrontarle e possibilmente trasformarle.

Uno dei motivi della popolarità del tdo è l’idea di attivare lo spettatore (chiamato appunto spett-attore), ponendolo al centro del lavoro teatrale, al fine di includere differenti rappresentazioni della realtà ed esplorarne possibili trasformazioni in forma creativa e socializzata.

Dal mese di aprile 2010, l’Associazione Mamre ha avviato delle attività con gruppi di adolescenti ed adulti, ricorrendo alle tecniche del Teatro dell’Oppresso per trattare i temi e le complesse relazioni legate alla migrazione, alla discriminazione, alla violenza, al lavoro, alle dinamiche familiari, alle relazioni di cura.

Sono stati realizzati in diverse scuole medie e superiori di Torino laboratori e spettacoli di Teatro Forum con i ragazzi, gli insegnanti, le famiglie, il personale ausiliario, i dirigenti scolastici.


Gruppo TdO e forum
Nel gruppo di Mamre attivo nelle azioni di Teatro dell’Oppresso convergono diverse competenze professionali che hanno maturato esperienze sia psicologiche, sia antropologiche, sia di mediazione culturale . Oltre alla conduzione dei laboratori il gruppo propone sul territorio torinese e non solo, degli spettacoli di Teatro Forum anche su richieste specifiche.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.